Come scegliere il colore dei capelli in base alla carnagione

Quanti di noi hanno optato per una colorazione sui propri capelli? E quanti hanno deciso di farla da soli, senza recarsi dal parrucchiere?

Sicuramente siamo in molti ad avere scelto e  a scegliere ancora oggi, la strada più economica.

Ma quando decidiamo di attuare una colorazione, in tutta comodità a casa, e quindi una colorazione “fai da te”, occorre sicuramente stare ben attenti a tutti i passaggi da fare e a come procedere, durante tutto il processo di colorazione.
Perché?
Sicuramente la tinta fai da te è più vantaggiosa rispetto a quella che viene fatta quando ci si reca dal parrucchiere.

E’ più vantaggiosa, per esempio, da un punto di vista economico, ma anche a livello personale: ci permette di risparmiare molto tempo e  possiamo farla in base alle nostre esigenze e ai nostri bisogni, senza dover dipendere dalla parrucchiera.

Questo è sicuramente vero, però bisogna anche considerare che questa procedura è più rischiosa perché, ovviamente, noi siamo molto meno esperti del parrucchiere professionista e ciò effettivamente può andare a compromettere il risultato finale.
Una primo aspetto da tener presente è sicuramente la scelta del colore: come sceglierlo? In base a cosa? Come fare a non sbagliare? Queste sono domande del tutto legittime che hanno bisogno di una risposta.
Vediamo quindi qualche trucco che possiamo scoprire, rispetto a questa delicata fase.

 

Colore da scegliere: in base a cosa?

Il primo passo da attuare nella colorazione fai da te è proprio l’acquisto dei prodotti da poter andare poi ad utilizzare.
Questa fase è alquanto complicata e delicata, perché bisogna scegliere i prodotti giusti. In che senso?

Sicuramente occorre che scegliamo prodotti qualitativamente buoni e che quindi contengono pochi additivi chimici e senza ammoniaca, così da non danneggiare i nostri capelli e il cuoio capelluto, ma occorre che scegliamo anche prodotti giusti, dal punto di vista della tipologia.

Quando dobbiamo acquistare la colorazione, infatti, abbiamo un’ampia possibilità di scelta, perché ci sono tantissimi colori con sfumature anche poco differenti che quasi sembra impossibile poter riconoscerli.
In realtà, ogni tipo di colore tenderà ad avere un effetto diverso sui nostri capelli ed è per questo che dobbiamo stare attenti nella scelta che andremo a fare.

Un criterio per scegliere la colorazione è sicuramente la carnagione: in base al colore della nostra pelle possiamo decidere che colore attuare.

Cosa bisogna considerare principalmente?

Sicuramente bisogna capire qual è il sottotono della nostra pelle, per capire la carnagione giusta. Come si può capire il sottotono della pelle?
Il metodo tradizionale e più utilizzato per poter individuare il colore del sottotono della pelle è sicuramente quello delle vene.
In cosa consiste?

In pratica bisogna controllare il colore delle vene. Per riuscire a fare questo, nel miglior modo possibile,  possiamo usufruire di uno spazio all’aperto oppure in una stanza ben illuminata dalla luce naturale. Una volta posizionati nel punto giusto, girate le mani con i palmi rivolti verso l’alto e osservate i polsi: se il colore delle vene ha sfumature blu, significa che il sottotono della vostra pelle è freddo. Se il colore delle vene ha sfumature verdi, allora significa che il colore di fondo della vostra pelle è caldo.

Sottotono freddo

Se il vostro sottotono è freddo quale sarà il colore che dovrete scegliere?

Il sottotono freddo corrisponde ad una carnagione bianca o rosata: per questo è sicuramente meglio scegliere colori dai toni decisi e freddi.
Ma ovviamente ciò dipenderà anche dal colore della pelle.

Se avete la pelle molto simile alla porcellana, dovrete scegliere colori come rosso, biondo, glaciale o nero. Se invece avete la pelle rosata, sicuramente potrete optare per un colore rosso più intenso o un rosso-biondo, tendente al rame. Se invece avete la pelle scura potrete scegliere colori intensi come il moka.

Sottotono caldo

Se il vostro sottotono è caldo quale sarà il colore da scegliere?

In questo caso bisognerà optare per colori caldi come cioccolato, caramello oppure rosso ramato. Se il sottotono è tendente al giallo-dorato potrete scegliere i biondi con riflessi caldi oppure il biondo-rosso o il castano. Per la tonalità olivastra, il nero corvino è tra le scelte migliori e diffuse.

Riassumendo: cosa abbiamo detto sin’ora

Insomma, come si è potuto constatare, affinché possiamo scegliere il colore giusto per noi,  occorre che teniamo conto della nostra carnagione.

E per tener conto di questo, occorre valutare il colore delle nostre vene e procedere come abbiamo detto poc’anzi.

Poiché deve essere chiaro a tutti noi il colore del sottotono della nostra pelle, che come abbiamo visto può essere freddo o caldo.

Insomma, saper scegliere il  colore adatto non è certo una cosa da poco e occorre tener presente i criteri che abbiamo appena visto.

Cosa ne pensate? Qual è  il colore adatto a voi, in base a ciò che avete letto?


Sono Di Pietrangelo Melania, Psicologa, appassionata della scrittura. Amo scrivere, non solo articoli di psicologia, ma anche contenuti che riguardano l’estetica e la tecnologia nel senso più ampio: mi piace scrivere in generale di elettrodomestici, prodotti di avanguardia, nel caso dei prodotti di Amazon. Credo che scrivere sia una delle cose più formative e educative che ci siano. Non solo per chi scrive, ma anche per chi legge. A patto che l’informazione sia sana e fedele alla realtà.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Tinte per Capelli